• Gamma completa
  • Spedizione gratuita per ordini superiori a €50,-
  • Resi entro 30 giorni
  • Pagamento sicuro con carta di credito PayPal

E voi, riciclate i vostri rifiuti domestici?

Grazie ai numerosi contenitori disponibili per la raccolta differenziata, oggigiorno è facile riciclare i rifiuti domestici. Che scegliate i contenitori messi a disposizione dal comune o preferiate acquistare qualcosa di un po' più elegante, che faccia magari anche da complemento d'arredo per la casa, riciclando i rifiuti contribuirete a proteggere il futuro del nostro amato pianeta.

Potete facilmente trasformare uno spazio inutilizzato della vostra cucina, un armadietto o un ripostiglio esterno in un'area intelligente per il riciclaggio domestico e dare il vostro piccolo contributo alla salvaguardia dell'ambiente.

PLASTICA.

Riciclare i rifiuti domestici in plastica è importante perché la plastica non si decompone. Qui trovate una guida rapida alle diverse tipologie di plastica, con l'indicazione del loro utilizzo, perché non tutte possono essere riciclate. La prossima volta che vi troverete a comprare qualcosa in plastica, fermatevi un attimo a riflettere: di quale di queste plastiche è fatto e può essere riciclato?

1. PET - riciclabile e comunemente utilizzata nelle bottiglie per bevande.
2. HDPE - riciclabile e usata in prodotti di plastica più rigidi, come bottigliette per lozioni, giocattoli e bottiglie del latte.
3. LDPE - a volte viene riciclata, ma non comunemente. Viene spesso usata per sacchi porta-abiti, bottiglie comprimibili e pellicole per imballaggio.
4. PS - può essere riciclata e viene utilizzata per bicchieri e posate di plastica, imballaggi e pavimentazioni laminate.
5. PP - di solito non viene riciclata e viene utilizzata in cartoni per bevande, pannolini, cannucce e nel nastro adesivo per imballaggio.
6. PVC - non riciclabile e potenzialmente tossica. Viene utilizzata in pellicole alimentari, giocattoli, borse in plastica e in molti altri prodotti d'uso quotidiano.
7. Altre plastiche - una categoria che comprende tutte le altre plastiche, che, di solito, non sono riciclabili.

CARTA.

La carta è facile da riciclare e non crea confusione quanto gli imballi dei prodotti alimentari. Nel vostro riciclaggio domestico dovrebbero rientrare tutti i tipi di carta, compresi i giornali, le riviste, le lettere e le buste, la carta da imballaggio e il cartoncino. Perché non utilizzare il vostro cestino per la carta proprio per ciò per cui è stato concepito (la carta)?

VETRO.

Riciclare i vasetti e le bottiglie di vetro è semplice. Con un'elegante pattumiera per la raccolta differenziata potete dividere i vetri per colore, aiutando così le aziende che si occupano del riciclaggio. Spendete un paio di minuti per lavare tutti i vostri contenitori di vetro prima di gettarli tra i rifiuti domestici da riciclare, così da evitare sporcizia e accumulo di residui alimentari.

METALLO.

Nel riciclo dei rifiuti domestici dovrebbero rientrare anche le vostre lattine, scatolette e bombolette di acciaio o alluminio. Sono facili da riporre in un contenitore separato e alcune possono anche essere schiacciate: è divertentissimo saltare sulle lattine delle bibite!

Un sistema di contenitori adatto è la chiave per un efficace riciclo dei rifiuti domestici, e, con un minimo di organizzazione, risparmierete tempo e aiuterete l'ambiente.

Ti potrebbe anche piacere